Disfunzione erettile, i rimedi naturali che migliorano la vita 

Un disturbo che può colpire il sesso maschile a qualsiasi età e può manifestarsi in modo casuale o frequente. Esistono però alcuni rimedi naturali suggeriti da uno studio di Harvard che possono aiutare a prevenire e ‘correggere’ questo problema.

I rimedi naturali. “Quello che si può fare, soprattutto per le disfunzioni erettili lievi – spiega Andrea Salonia, andrologo e direttore dell’Urological reserach institute dell’ospedale San Raffaele di Milano – è migliorare tutti quei fattori a corollario del problema: diabete, depressione, ipertensione sono ampiamente correlati con questo disturbo. Per molti casi di eventi infartuali maschili è stata osservata la presenza di disfunzione erettile. È dunque fondamentale prevenire quest’ultima curando gli altri fattori di rischio perché già così si può migliorare la disfunzione erettile”.

A sostenere l’importanza dello stile di vita nella prevenzione e nella cura del disturbo è un report di Harvard che mette in evidenza la sua associazione con alcuni fattori ‘ambientali’ modificabili: alimenti fortificati – nei quali sono addizionati nutrienti ex novo – e complessi multivitaminici sono fondamentali per chi presenta un cattivo assorbimento della vitamina B12, che in caso sia cronico, sembrerebbe poter danneggiare il midollo spinale, andando a cortocircuitare i nervi responsabili della sensazione e della trasmissione di messaggi alle arterie dell’organo genitale maschile. Altri ‘fattori’ importanti nella cura della disfunzione erettile – secondo Harvard – sono alcuni alimenti, come frutta, verdura, pesce e cereali integrali che concorrerebbero a ridurre la probabilità di sviluppare il disturbo, e la vitamina D – presente nello yogurt, uova e formaggio – il cui deficit sembra collegato a un rischio maggiore (di circa il 30%) di incorrere nel problema legato alla sfera intima. “Le coppie infertili – sottolinea Salonia – sono spesso povere di vitamina D ma si sono osservati risultati importanti in termini riproduttivi reintegrandola”. Inoltre, lo studio di Harvard sostiene che l’obesità aumenti il rischio di sviluppare malattie vascolari e diabete, due delle cause principali nella comparsa del disturbo: una camminata di 30 minuti al giorno è collegata a un calo del 40% del rischio della disfunzione erettile. “Un’attività fisica moderata e la giusta dieta 

continua Salonia – sono sicuramente importanti: abbiamo osservato come 10mila passi al giorno – frutto di una ricerca in fieri della Società italiana di andrologia (Sia) – possono contribuire a proteggere dall’impotenza, così come una dieta mediterranea equilibrata può prevenire la disfunzione erettile”. Anche la salute dei denti sembra giocare un ruolo importante: a sostenerlo uno studio pubblicato sul The Journal of Sexual Medicine che ha evidenziato come alcune infiammazioni croniche che colpiscono il cavo orale possano danneggiare le cellule endoteliali, avendo dei risvolti negativi persino sui vasi sanguigni del pene.

Copyright ©️ 2020 by vitalbio.it All Rights Reserved 

This Website is not a part of Facebook or Facebook Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook in any way. Facebook is a trademark of Facebook Inc.
Questo sito non fa parte di Facebook o Facebook Inc. Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo. Facebook è un marchio registrato di Facebook, Inc.